pratika

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Educare alla diversità e prevenire il bullismo omofobico

 

Il progetto prevede incontri con esperti, testimonianze e proiezione di film

Educare alla diversità e prevenire il bullismo omofobico, al via il progetto di Pratika

Finanziato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Arezzo si svolgerà al Centro Giovani Arezzo Factory

Dopo l’avvio, lo scorso 8 febbraio, con la presentazione del volume L’identità sessuale a scuola, riparte il progetto dell’associazione Pratika “Educare alla diversità e prevenire il bullismo omofobico”. Finanziato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Arezzo, nell’ambito del progetto “Associazioni al Centro”, il progetto prevede seminari, testimonianze e incontri sul tema della diversità sessuale e della prevenzione dell’omofobia, che si svolgeranno presso il centro giovani Arezzo Factory, in via Masaccio 6. I seminari, previsti il 2, 4, 9, 11, 15 e 18 marzo dalle 14.30 alle 17.30, avranno per tema i concetti di sesso biologico, identità e orientamento sessuale, ruolo di genere e sviluppo dell’identità e saranno tenuti da esperti e docenti del settore, tra cui Barbara Santoni, Gabriele Prati, Leonardo Lambruschini e Simone Cini. Il 16 marzo alle 16.30 è previsto inoltre l’incontro-testimonianza con Francesco Botti e alcuni rappresentanti delle Pari Opportunità della Provincia di Arezzo, mentre il 18 e 23 marzo dalle 10 alle 13 si svolgeranno le letture e proiezioni di film che affrontano i temi della diversità sessuale, a cura di Francesco Botti e Gianni Bruschi. Chiude il progetto l’incontro con l’autrice Laura Annibali, il 9 aprile alle 21, con la proiezione del documentario “L’altra metà del cielo”, di cui Laura Annibali ha curato il soggetto e la sceneggiatura per la regia di Salima Balzerai.

Tutti gli incontri sono ad ingresso libero. Per informazioni e contatti 0575 380468 e info@pratika.net

L’altra metà del cielo

In questo documentario Laura Annibali intervista se stessa e altre donne omosessuali alla ricerca di spunti e di riflessioni che guardino il passato per cogliere il presente ed andare oltre. Tra conquiste di nuove libertà e aperture di nuove contraddizioni e frammentazioni, la presa di parola pubblica di donne diverse per storia, provenienza, collocazione politica. Un documentario pensato e voluto dall'autrice per tradurre in strumento e narrazione politici l'esperienza fatta durante gli anni di volontariato all'interno di associazioni lgbt. Il documentario è stato selezionato nel 2008 al Festival International du Cinèma Lèsbien et Fèministe di Parigi, al 24° Festival gay di Torino, al Festival gay di Milano, al Festival lesbico di Berna, al Festival di Copenhagen inserito nell'ambito delle manifestazioni del pride Nazionale di Genova ed è stato proiettato per la prima nazionale alla Casa Internazionale del Cinema di Roma.

Animazione

Malcom Knowles definisce una teoria andragogica come modello di processo in contrapposizione a quella per contenuti. Le principali distinzioni tra pedagogia e andragogia possono essere sintetizzati così...

Leggi tutto  

Partecipazione

Il filo conduttore della collana Comunità e persone è il concetto di empowerment, inteso come l’insieme di conoscenze, di modalità relazionali, di competenze che permette a...
Leggi tutto  

Formazione

Questa matrice viene attribuita ad Eisenhower nel periodo in cui non era ancora generale. Si tratta di uno strumento utile alla presa di decisioni. Come all'interno di una storia si possono individuare...

Leggi tutto  

Orientamento

Vi sono ancora, infatti, nel panorama dell'orientamento, delle modalità "magiche" che ritengono possibile supportare una persona nel proprio sviluppo o nelle transizioni che deve attraversare, sollecitando risposte ad alcune domande per verificarne le attitudini o per identificarne la collocazione ideale secondo il profilo... Leggi tutto  

You are here:
Mappa del sito - Contatti - FAQ - Privacy - Copyright - Feed Pratika