pratika

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il Cantiere Narrativo si svolgerà a Grosseto

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte. Mi chiamo Christopher John Boone. Conosco a memoria i nomi di tutte le nazioni del mondo e delle loro capitali, e ogni numero primo fino a 7507. Otto anni fa, quando incontrai Siobhan per la prima volta, lei mi mostrò questo disegno (l'operatore mostra un disegno stilizzato di una faccia triste) e io imparai che significava "essere tristi", che era come mi ero sentito quando avevo trovato il cane morto.

Poi mi mostrò questo disegno (l'operatore mostra un disegno stilizzato di una faccia sorridente) e io imparai che significava "essere felici", che è quello che mi succede quando leggo delle missioni nello spazio dell'Apollo, oppure quando sono sveglio alle tre o alle quattro di mattina e passeggio su e giù per la strada, fingendo di essere l'unico superstite della terra.

Nel cantiere viene presentato un percorso progettato attraverso la narrazione guida del romanzo "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" di Mark Huddon (Einaudi).

Il percorso è incentrato su alcuni concetti chiave in relazione all'empowerment dei soggetti: si tratta di un percorso pensato per adolescenti ma che può trovare un utile applicazione con giovani adulti. I concetti chiave esplorati sono: identità, esercizio del controllo e casualità, scelta, decisionalità, ricerca attiva, difficoltà ed abilità di fronteggiamento, diversità e differenza.

Il percorso è strutturato attraverso la proposizione di alcuni passi narrativi del romanzo e di alcune schede ed esercizi attraverso i quali si potrà riflettere su alcuni temi e confrontare aspetti della propria biografia con i temi affrontati.

Il cantiere avrà, invece, una modalità mista: agli insegnanti, orientatori, educatori, operatori presenti sarà fatta sperimentare direttamente una piccola porzione del percorso e poi sarà invece spiegato il percorso nel suo complesso.

Animatore del cantiere:
Federico Batini, ricercatore di pedagogia sperimentale presso l'Università di Perugia, direttore dell'agenzia formativa Pratika e dell'associazione culturale Nausika. Presidente nazionale di COFIR, dirige la Rivista Focus on Lifelong, Lifewide Learning (Transeuropa). Fondatore della metodologia dell'orientamento narrativo, ha curato con Renato Zaccaria, Per un orientamento narrativo (Franco Angeli 2000) e Foto dal futuro (Zona, 2002). Tra le ultime pubblicazioni sull'orientamento: con G. Del Sarto, Narrazioni di narrazioni (Erickson 2005), Manuale per orientatori (Erickson 2005), con S. Giusti e G. Del Sarto, Narrazione e invenzione (Erickson 2007) con G. Del Sarto, Raccontare storie. Politiche del lavoro e orientamento narrativo (Carocci, 2007), con S. Giusti L'orientamento narrativo a scuola (Erickson 2008), con M. Gadotti, P. Mayo, P. Reggio, A. Surian, Competenze e diritto all'apprendimento (Transeuropa, 2008) ha scritto L'Isola Sconosciuta (Pensa, 2008), con A. Surian, Storientando (Pensa, 2008) e con Maria D'Ambrosio, Riscrivere la dispersione (Liguori, 2008).

Animazione

Molti insegnanti, operatori, maestre di scuole materne e elementari, animatori di comunità, dopo aver parlato per molte ore in classe, durante convegni, in contesti di formazione...
Leggi tutto  

Partecipazione

Il testo, curato da Federico Batini, ha come punto di partenza quelli che sono i problemi della scuola oggi, una scuola "molto selettiva" piuttosto...
Leggi tutto  

Formazione

Porsi obiettivi non è facile e frequentemente le persone si ritrovano ad abbandonarli. Questo succede, il più delle volte, perchè un obiettivo è poco realistico o perchè non si riesce...

Leggi tutto  

Orientamento

L'accoglienza è un momento molto importante nel colloquio di orientamento, in essa già si determinano alcune delle condizioni che poi guideranno la riuscita o meno del percorso di...
Leggi tutto  
You are here:
Mappa del sito - Contatti - FAQ - Privacy - Copyright - Feed Pratika