pratika

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

 

SENTIERI SELVAGGI AD AREZZO E NAUSIKA E PRATIKA A ROMA

Sentieri selvaggiAttenzione ai metodi didattici, operatività spinta al massimo, duttilità nelle proposte: sono le caratteristiche principali che hanno garantito il successo dei Corsi di Cinema di Sentieri Selvaggi, dei corsi di scrittura e di teatro di Nausika, dei corsi sull'orientamento narrativo e sull'identità sessuale di Pratika.

Obiettivi chiari, programmi precisi, comunicazione funzionale: al centro dei nostri corsi ci sono gli allievi ai quali garantiamo tutta l'attenzione necessaria utile a soddisfare le sue aspettative.

Ci siamo conosciuti, ci siamo piaciuti, stimati, abbiamo aspettato alcuni anni e poi abbiamo deciso di proporre questo scambio: Sentieri Selvaggi approda ad Arezzo e Nausika e Pratika approdano a Roma. La logica è quella della collaborazione totale e della garanzia reciproca: abbiamo testato la qualità dei rispettivi seminari per questo ci sentiamo di proporlo ai nostri rispettivi utenti fidelizzati.

In dieci anni di attività queste strutture che oggi si alleano per questo scambio, hanno saputo conquistare la fiducia delle persone, con attività sostenute dalla qualità dei nostri docenti, perfetti comunicatori, che hanno saputo coniugare competenze specifiche e capacità didattiche. Una perfetta sintonia nell'investimento in ricerca, sui linguaggi, sui metodi didattici... certi che ciò che è veramente importante è la capacità di gestire il processo di apprendimento qualunque siano gli strumenti a disposizione.

Dopo 5 anni di ininterrotta presenza, con le rassegne e gli eventi organizzati da Sentieri selvaggi e Cineforum 2, anche la SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI approda ad Arezzo, con una serie di workshop e full immersion sul cinema, a partire da novembre 2011. In realtà, per essere precisi, si tratta di un ritorno, avendo già calcato le scene aretine in passato con i nostri corsi in Agriturismo, con il corso di Storia del Cinema e il Progetto Documentario con il Cesvot.

Oggi, grazie anche alla collaborazione con l'Associazione Pratika e la Scuola di Narrazioni Arturo Bandini di Nausika e Theleme, possiamo rilanciare la nostra offerta formativa sul cinema.

Pratika e Nausika, invece, dopo una serie di singoli eventi approdano, per la prima volta a Roma, grazie alla collaborazione con Sentieri Selvaggi.

Ecco i sei workshop di Sentieri Selvaggi che saranno svolti ad Arezzo nell'arco dei weekend:

ORARI DEI WORKSHOP DI SENTIERI SELVAGGI: AREZZO, Sabato 14.00/20.00 - Domenica 10.00/19.00

Sceneggiatura con Demetrio Salvi AREZZO, 26/27 NOVEMBRE

Fotografia e ripresa video con Giovanni Bruno AREZZO, 28/29 GENNAIO

Insegnare cinema a scuola con Demetrio Salvi/Simone Emiliani AREZZO, 25/26 FEBBRAIO

Regia con Demetrio Salvi AREZZO, 24/25 MARZO

Musica per immagini con Sandro Di Stefano AREZZO, 28/29 APRILE

Montaggio digitale con Giovanni Bruno/Bruno Fruttini AREZZO, 26/27 MAGGIO

Ecco i sei workshop di Pratika e Nausika che saranno svolti a Roma nell'arco dei weekend:

ORARI DEI WORKSHOP DI NAUSIKA E PRATIKA: ROMA, Sabato 10.00/19.00 - Domenica 09.00/13.00

Le storie siamo noi con Federico Batini/Simone Giusti ROMA, 3/4 DICEMBRE

Dalla bozza al racconto con Marco Vichi/Francesco Botti ROMA, 21/22 GENNAIO

Danza/canto con Ashai Lombardo Arop/Gianni Bruschi ROMA, 18/19 FEBBRAIO

Storytelling Kit con Andrea Fontana/Federico Batini ROMA, 17/18 MARZO

Comprendere la differenza con  Federico Batini/Leonardo Lambruschini ROMA, 21/22 APRILE

Il corpo in movimento con Francesco Botti/Leonardo Lambruschini ROMA, 19/20 MAGGIO

 

La quota iscrizione prevista per un singolo workshop è di 180,00 euro

Per chi si iscrive a più workshop è previsto uno sconto del 20%

Per gli allievi ed ex allievi di Pratika e Nausika, sconto del 10% ai workshop di Sentieri Selvaggi

Per gli allievi ed ex allievi di Sentieri Selvaggi, sconto del 10% ai workshop di Pratika e Nausika

Per i corsi di Pratika e Nausika è necessaria la tessera associativa che comprende assicurazione.

 

I corsi di Sentieri Selvaggi si terranno presso la sede dell'Associazione Pratika - Piazza Risorgimento 8 - 52100 Arezzo (tel . 0575 380468 fax 0575355966)

I corsi di Pratika e Nausika si terranno presso la sede di Sentieri Selvaggi - via Carlo Botta 19 00184 ROMA (tel. +39.06.96049768) Cerca su Sentieri Selvaggi

 

Sono previste pause concordate con i docenti, per pranzo e caffè.

 

Per informazioni: Scuola Sentieri selvaggi tel. 06.96049768 info@scuolasentieriselvaggi.it

Pratika e Nausika tel. 0575380468 info@pratika.net info@narrazioni.it

Per iscriversi sarà necessario compilare una domanda di iscrizione e formalizzarla attraverso il pagamento della quota.

 

LE STORIE SIAMO NOI – Roma 3 e 4 dicembre 2011

Orientamento narrativo e sviluppo delle persone

seminario condotto da Federico Batini e Simone Giusti

Come si può pensare oggi al proprio futuro? In che senso le storie ci condizionano e ci aiutano a produrre senso? Che cosa è l'orientamento narrativo? Davvero le storie sono utili per immaginare e gestire il proprio futuro? Come possiamo incrementare le competenze che ci servono a controllare attivamente la nostra vita diventandone autori e non soltanto protagonisti?

Il seminario prevede la sperimentazione diretta di una serie di attività narrative e l'approfondimento del metodo dell'orientamento narrativo a partire dai suoi fondamenti metodologici e dalle teorie (transdisciplinari) di riferimento.

Il seminario si rivolge a orientatori, insegnanti, formatori, educatori, consulenti, studenti universitari di psicologia, scienze dell'educazione, lettere ed a tutti coloro che sono interessati a comprendere meglio la propria identità ed il proprio futuro.

Federico Batini, formatore, orientatore, ricercatore e saggista, nonché ricercatore all'Università di Perugia ha fondato il metodo dell'orientamento narrativo. Federico Batini si occupa di metodi narrativi e di identità sessuale. Autore di numerosi libri sul tema tra cui: "Per un orientamento narrativo" (curato con R. Zaccaria), Angeli; con G. Del Sarto "Raccontare storie. Orientamento narrativo e politiche del lavoro", Carocci; con A. Fontana, "Storytelling Kit" (Etas); con S. Giusti ha scritto "L'orientamento narrativo a scuola", Erickson; ha curato:"Le storie siamo noi", Liguori, "Costruire il futuro con le storie", Pensa e "Imparare dalle narrazioni", Unicopli (curati con S. Giusti). Ultimo volume sull'orientamento narrativo: "Storie, futuro e controllo", Liguori. Ha fondato, con Simone Giusti, il convegno biennale "Le storie siamo noi", punto di riferimento per tutti coloro che lavorano per lo sviluppo delle persone con metodi narrativi. Dirige Pratika e Nausika.

Simone Giusti, tra i massimi esperti di didattica della letteratura, insegnante è Presidente dell'Associazione Altra Città e di Cofir. Autore di numerosi volumi tra i quali citiamo: con F. Batini "L'orientamento narrativo a scuola", Erickson; "Le storie siamo noi", Liguori, "Costruire il futuro con le storie", Pensa e "Imparare dalle narrazioni", Unicopli (curati con F. Batini); "Insegnare con la letteratura", Zanichelli. Per Zanichelli è coautore dell'antologia per la scuola secondaria di primo grado "L'Altra Città". Dirige la Rivista "Per Leggere". Ha coordinato la Scuola di Narrazioni di Nausika.

DALLA BOZZA AL RACCONTO: "QUANDO UNA FRASE MI PIACE TROPPO LA CANCELLO" – Roma 21 e 22 gennaio 2012

dalla bozza alla stesura definitiva del racconto

seminario condotto da Marco Vichi e Francesco Botti

Il seminario approfondirà le tecniche del racconto dal punto di vista eminentemente pratico. Partendo dall'analisi del lavoro dello scrittore che conduce il seminario e dall'analisi di racconti scritti dai partecipanti in situazione si esaminerà nel dettaglio, esperendolo concretamente, il lavoro che porta dalla prima stesura alla versione definitiva. Marco Vichi è il sostenitore di un'archeologia delle storie, quasi che le storie ci attendessero nascoste dalla terra ed a noi toccasse dissotterrarle e pulirle. La frase che da il titolo al seminario è un'affermazione dello scrittore che conduce il seminario. In questo seminario sarà possibile toccare con mano il lungo lavoro che porta uno scrittore dall'idea iniziale alla stesura definitiva.

Marco Vichi è uno dei più celebri narratori italiani. Autore di romanzi e raccolte di racconti per Guanda, Rizzoli e per molti altri editori è il "padre" del notissimo Commissario Bordelli. Con Nausika ha dato vita alla Scuola di Narrazioni "Arturo Bandini" della quale è uno dei docenti principali. Tra gli ultimi romanzi: "Il brigante", Guanda; "Per nessun motivo", Rizzoli; "Il nuovo venuto", Guanda; "Morte a Firenze", Guanda; "Un tipo tranquillo", Guanda. Autore anche di testi per canzoni, di spettacoli teatrali, autore per la televisione.

Francesco Botti, attore, regista e scrittore, lavora presso Nausika come attore, come responsabile della Scuola di teatro, come docente. Ha lavorato in fiction televisive, spettacoli di teatro classico e contemporaneo, in numerose compagnie in Italia e all'estero, ha registrato audiolibri e trasmissioni radiofoniche. Interprete di molte produzioni di Nausika tra le quali "Reparto Macelleria" di Marco Vichi, "Non tutto è da buttare", con M. Grotti, di Federico Batini, "Rock Notes" di e con Drigo (Negrita). Scrittore ha pubblicato con Guanda la raccolta di racconti "Di corsa di nascosto".

DANZA E VOCE – Roma 18 e 19 febbraio 2012

Usare il corpo e la voce per esprimersi

seminario condotto da Ashai Lombardo Arop e Gianni Bruschi

Lavorando su entrambi i percorsi, tecnico ed espressivo, il corso propone l'obbiettivo di risvegliare l'istintività naturale di ognuno, attraverso la presa di coscienza del corpo e del contatto con la terra. 
Il ciclo di incontri vuole essere uno studio delle pratiche tecnico-espressive di base, comuni alle danze della cultura rituale e tribale, rielaborate per la scena contemporanea.
 Inoltre il corpo è anche il nostro strumento musicale, la cassa di risonanza attraverso la quale la nostra voce si manifesta. Accordarlo in sintonia con il nostro immaginario interiore, alle nostre emozioni, in rapporto alle persone e al mondo che ci circonda richiede un lavoro di concentrazione e sensibilizzazione che permetta di ampliare gli spazi interiori, di liberare i blocchi che si creano fin dall'infanzia. Potenziare l'apparato vocale al fine di ritrovare la gioia di dar corpo senza inibizioni alla propria voce. Attraverso esercizi nello spazio di respirazione, su gesto e movimento espressivo, danza, verranno sviluppati suoni e canti alternati a momenti di rilassamento, ricerca del tono muscolare, ascolto di gruppo. Un risveglio della propria voce originaria per liberarla e renderla più viva e versatile in un equilibrio armonioso fra corpo, psiche e spirito.

Ashai Lombardo Arop Danzatrice, attrice, italo-sud sudanese. Insegnante di discipline coreutiche, laureata al DAMS di Bologna, indirizzo teatrale, con una tesi sperimentale in antropologia della danza, analizzando i legami fra le danze di derivazione africana e quelle del sud-Italia (in pubblicazione). Nel 2007 fonda l'Associazione Culturale Danzemeticce, nata per la diffusione della danza e le arti performative come veicoli transculturali. Insegna danza afro-contemporanea, danze del sud Italia ed etno-coreutica in numerose scuole e accademie d'arte italiane. Ha elaborato un metodo didattico, efficace anche per chi desideri avvicinarsi alla danza senza averne esperienza, lavorando sulle potenzialità dei singoli individui attraverso l'approccio spontaneo, partendo dal gesto quotidiano, utilizzando gli elementi di base della ritualità delle culture tribali, come approccio naturale al movimento e alla rappresentazione danzata. Nel 2009 in tournée, come attrice-danzatrice co-protagonista, con lo spettacolo Polvere di Bagdad al fianco di Massimo Ranieri ed Eleonora Abbagnato, nel ruolo di Sherazade, per la regia di Maurizio Scaparro. Attualmente in tournée con l'Opera da tre soldi (Brecht-Weill), con Massimo Ranieri e Lina Sastri. Ha performato in festival nazionali ed internazionali: Ha recentemente vinto il premio Bianco&Nero, con Senza Radici, al concorso Giovani Realtà del Teatro 2010, indetto dall'Accademia d'Arte Drammatica "Nico Pepe" di Udine e il secondo premio al concorso Finestre di Teatro Urbano 2010, direzione artistica del Teatro dei Mignoli di Bologna, con A piedi Nudi Sul Cemento, entrambi da lei scritti, diretti e interpretati.

Gianni Bruschi Cantante e attore, docente di Teatro e voce della Scuola di Narrazioni di Nausika, docente di voce e movimento epressivo (Core Faculty) presso l'Accademia dell'Arte – European Theatre, Vocal Arts and Dance, si è aureato in materie letterarie e storia del teatro e dello spettacolo presso l'Università di Siena. Ha frequentato seminari di formazione e preso parte a produzioni con Franco Di Francescantonio, Loriano della Rocca (ex Cricot 2 di Tadeusz Kantor) Han Arai (Han Mime Kobo – Tokyo), di Robert Cacioppo (Florida USA), Gabriella Bartolomei, Giulia Lazzarini (Arta – Parigi), Centro Nazionale Teatrale, Kaya Handerson Roy Hart Thèatre. Ha effettuato seminari con la Berkley School of Music di Boston ed ha tenuto concerti con Silvano Grandi Jazz Quartet, Italo Marconi Big Band , Perugia Big Band, Nehemiah Brown & The Gospel Tree, Las Migas, Zhora Lajnef, Daqqua Roudania, Eugenio Bennato. E' fondatore del Progetto Terìaca che si è sviluppato dal 2001 attraverso la direzione artistica di laboratori e seminari spettacolo sulla cultura etnopopolare mediterranea, sia in Italia che all'estero: Tunisia, Francia, Egitto, Marocco, Albania – Teatro dell'Opera e del Balletto (2006), Patrasso – Grecia, Patras Europian Capital of Culture (2006). All'attivo ha pubblicato con associazione Nausika il cd Mosaico Mediterraneo con il sostegno delle Regione Toscana

STORYTELLING KIT – Roma 17 e 18 marzo 2012

Pronto soccorso narrativo per persone, imprese, prodotti

Seminario condotto da Federico Batini e Andrea Fontana

Come ci aiuta la capacità di interpretare e costruire storie a costruire la nostra identità? Come a gestire un'organizzazione? Le storie servono a fare marketing? Possiamo difenderci dalle storie che ci vengono proposte ogni giorno dalla televisione, dalla pubblicità, dalla politica?

Partendo da esempi concreti applicati a persone, organizzazioni, prodotti, percorsi politici e di consenso, il seminario affronterà, con un taglio esperienziale, tutte le fasi necessarie a costruire la propria storia di riferimento o a dotarla di maggiore senso. Per usare tutte le potenzialità dello storytelling e comprendere meglio le migliaia di storie in cui siamo immersi.

Il seminario si rivolge a manager, consulenti, responsabili marketing, politici e consulenti di comunicazione, studenti universitari di psicologia, scienze dell'educazione, economia, scienze politiche ed a tutti coloro che sono interessati a comprendere meglio i meccanismi dello storytelling.

Federico Batini, formatore, orientatore, ricercatore e saggista, nonché ricercatore all'Università di Perugia ha fondato il metodo dell'orientamento narrativo. Federico Batini si occupa di metodi narrativi e di identità sessuale. Autore di numerosi libri sul tema tra cui: "Per un orientamento narrativo" (curato con R. Zaccaria), Angeli; con G. Del Sarto "Raccontare storie. Orientamento narrativo e politiche del lavoro", Carocci; "L'orientamento narrativo a scuola", Erickson; "Le storie siamo noi", Liguori e "Imparare dalle narrazioni", Unicopli (curati con S. Giusti); "Storie, futuro e controllo", Liguori. Con A. Fontana collabora da 10 anni e con lui ha pubblicato, tra gli altri "Storytelling Kit" (Etas). Ha fondato, con Simone Giusti, il convegno biennale "Le storie siamo noi", punto di riferimento per tutti coloro che lavorano per lo sviluppo delle persone con metodi narrativi.

Andrea Fontana, consulente aziendale, professore a contratto di Storytelling management (Università di Pavia) è il punto di riferimento per l'uso dello storytelling in ambito aziendale. Autore del primo manuale di storytelling in Italia (Etas) e di numerosi volumi sull'uso dei metodi narrativi e dello storytelling in ambito aziendale e nella politica. Collabora con F. Batini da 10 anni e con lui ha pubblicato, tra gli altri "Storytelling Kit" (Etas). Ha fondato il più importante convegno italiano sul Corporate Storytelling.

COMPRENDERE LA DIFFERENZA – Roma 21 e 22 aprile

Pedagogia dell'identità sessuale.

seminario condotto da Federico Batini e Leonardo Lambruschini

Cosa significa essere eterossessuale, omosessuale, transessuale?

Cosa significa sviluppare un'identità sessuale? Che cosa sono il sesso biologico, l'orientamento sessuale, l'identità di genere, il ruolo di genere? Partendo dalle esperienze e dalle opinioni di ciascuno il seminario prevede un affascinante viaggio, utilizzando anche numerose narrazioni (dalle fiabe classiche ai recenti romanzi e racconti), nell'identità sessuale per comprendere come si sviluppa, che caratteristiche ha, quali sono le differenze tra ciascuno di noi. Verrà proposto anche un excursus storico sul tema dell'omofobia. La seconda parte del seminario proporrà poi, con un metodo di tipo esperienziale, giochi ed attività per lavorare su questi temi con gruppi di qualsiasi età. Ci accompagneranno in questo percorso: letture, stimoli video, attività pratiche. Il seminario si rivolge ad insegnanti, educatori, animatori socio-culturali, responsabili delle risorse umane e del personale in azienda e tutte le persone interessate a comprendere meglio le differenze e le similitudini tra ciascuno di noi.

Federico Batini, formatore, orientatore, ricercatore e saggista, nonché ricercatore all'Università di Perugia. Si occupa di metodi narrativi e di identità sessuale. Autore di numerosi libri sul tema tra cui: "L'identità sessuale a scuola" (curato con B. Santoni), Liguori; a cura di, "Insegnanti e nuovi problemi della scuola", Transeuropa; "Comprendere la differenza. Verso una pedagogia dell'identità sessuale", Armando.

Leonardo Lambruschini formatore esperto nella facilitazione, nell'uso dello spazio e del corpo, si è formato sul teatro fisico e sulla contact improvvisation. Lavora come consulente e formatore presso Pratika e come attore e responsabile logistico presso Nausika. Autore di alcuni volumi tra i quali: "Gestire i gruppi in formazione" (edizioni Erickson). Partner e consulente senior di Thélème.

IL CORPO IN MOVIMENTO – Roma 19 e 20 maggio 2012

corpo, spazio, emozioni e contatti

seminario condotto da Francesco Botti e Leonardo Lambruschini

Il seminario prevede un momento di incontro sul tema del corpo in movimento. Corpo teatrale inteso come cassa di risonanza di narrazioni ed emozioni, come principale veicolo di comunicazione capace di unire nell'interpretazione spazio, tempo e ritmo.

Per mezzo dell'improvvisazione, la trasposizione, i contesti tematici proposti, il seminario introdurrà e approfondirà il "racconto del corpo" inteso come consapevolezza e gestione delle potenzialità espressive, sintesi delle emozioni rappresentanti e rappresentate della vita.

Analisi, esercitazione e sperimentazione del corpo performativo attraverso elementi di training attoriale e contact improvvisation. Verranno trattati anche il peso, la relazione con la terra, il contatto fisico, le possibilità percettive. Il seminario indagherà sulla capacità di sostenere (e, in certo senso, superare) l'esperienza sensoriale della massa corporea e della gravità attraverso un dialogo tra corpi in movimento. Una condivisione: dal radicamento a terra alla leggerezza del volo.

Il seminario è rivolto ad attori, danzatori e a tutti coloro che sono interessati a scoprire le proprie potenzialità espressive attraverso l'uso del corpo.

Leonardo Lambruschini formatore esperto nella facilitazione, nell'uso dello spazio e del corpo, si è formato sul teatro fisico e sulla contact improvisation. Lavora come consulente e formatore presso Pratika e come attore e responsabile logistico presso Nausika. Autore di alcuni volumi tra i quali: "Gestire i gruppi in formazione" (edizioni Erickson). Partner e consulente senior di Thélème.

Francesco Botti, attore, regista e scrittore, lavora presso Nausika come attore, come responsabile della Scuola di teatro, come docente. Ha lavorato in fiction televisive, spettacoli di teatro classico e contemporaneo, in numerose compagnie in Italia e all'estero, ha registrato audiolibri e trasmissioni radiofoniche. Interprete di molte produzioni di Nausika tra le quali "Reparto Macelleria" di Marco Vichi, "Non tutto è da buttare", con M. Grotti, di Federico Batini, "Rock Notes" di e con Drigo (Negrita). Scrittore ha pubblicato con Guanda la raccolta di racconti "Di corsa di nascosto".

Full immersion Sceneggiatura - Arezzo sabato 26 e domenica 27 novembre 2011

per aspiranti sceneggiatori, registi, critici, produttori, attori, montatori, operatori, appassionati di cinema

con Demetrio Salvi

Lavorare nel cinema, analizzare i film, realizzare cortometraggi: per fare questo è necessario partire dalla storia, dalla strutturazione del racconto. Capire il cinema vuol dire innanzitutto chiarirsi quali sono le dinamiche che intercorrono tra personaggi, trama e struttura. Qualunque sia il vostro piacere che vi lega al cinema, qualunque siano i vostri interessi riguardo le centinaia di attività che il cinema prevede, è necessario conoscere e aver dimestichezza con la sceneggiatura e con le strategie che riguardano la storia.

Quello che vi proponiamo è un corso rapido ma completo per indicazioni teoriche e tecniche, un percorso utile ai neofiti, a chi è appassionato di scrittura, agli aspiranti sceneggiatori e per tutti coloro che s'interessano di cinema e ne utilizzano il linguaggio (registi, critici, attori, produttori, montatori, operatori).

Storia, struttura, teoria del personaggio, problemi della messa in scena, analisi del testo: sono gli argomenti della full-immersion che vuole mettere a punto gli strumenti essenziali d'una fase fondamentale del fare cinema, anche perché conoscere le dinamiche del testo significa saper progettare e saper gestire l'organizzazione del fare cinema.

FULL-IMMERSION DI RIPRESA E FOTOGRAFIA - Arezzo sabato 28 gennaio e domenica 29 gennaio 2012

con Giovanni Bruno

la fascinazione inimitabile delle macchine...L'uso della telecamera e quello delle luci: gli strumenti che regnano nel mondo del cinema. Due giorni per conoscerne le caratteristiche, imparare i meccanismi di base, far pratica dei linguaggi legati alle inquadrature, ai movimenti di macchina, al colore. Una full-immersion dedicata a chi è interessato a lavorare con telecamere e luci, agli aspiranti operatori, ai direttori della fotografia, ai filmmakers, ai documentaristi, ma utile anche per tutti coloro che vogliono imparare a utilizzare in modo più consapevole la propria macchina da presa, qualunque sia l'uso – professionale o per diletto – che se ne vuol fare.

Insegnare cinema a scuola ad Arezzo - Arezzo, sabato 25 e domenica 26 febbraio 2012

con Demetrio Salvi e Simone Emiliani

Il corso è indirizzato agli insegnanti e agli operatori culturali che agiscono nel mondo della scuola. In 2 giorni di lavoro full immersion si affronteranno temi e strategie per considerare, in modo dinamico, il cinema quale materia d'insegnamento che superi la semplice proposta di film tematici e il - talvolta banale - percorso di cineforum scolastico.

Il primo giorno è dedicato alla pratica, con esemplificazioni e progetti che impegnino attivamente e "produttivamente" gli alunni, qualunque sia il grado scolastico e qualunque sia la strumentazione in possesso della scuola.

Il secondo giorno sarà dedicato alla individuazione delle diverse modalità di approccio didattico al testo filmico, partendo dall'esemplificazione delle diverse strategie d'analisi (impressionismo, semiologia, sociologia, psicanalisi, lettura complessa) per poi giungere all'elaborazione di un approccio che possa risultare interessante e appassionante per gli alunni, oltreché funzionale rispetto alle esigenze didattiche e alle prospettive disciplinali.

Il livello di tale corso è quello base: in tal senso non sono necessarie competenze specifiche pregresse da parte dei docenti e degli operatori culturali. Durante il corso verranno analizzate sequenze tratte da film e illustrati a titolo esemplificativo progetti già attivati in diverse scuole statali.

Full immersion di regia - Arezzo, sabato 24 e domenica 25 marzo 2012

Linguaggio e tecnica del cinema e della televisione (per registi, documentaristi e non solo)

con Demetrio Salvi

In due giorni, le basi e gli elementi che caratterizzano il linguaggio cinematografico e televisivo utili a chiunque voglia fare della regia – sia essa di fiction che di documentario - la propria attività lavorativa ma necessari per tutti coloro che s'interessano di cinema e ne utilizzano le strategie (insegnanti, critici, attori, creativi e tecnici dell'audiovisivo).

Un percorso articolato, capace di mettere assieme elementi di grammatica dell'immagine con le necessarie indicazioni tecniche per quel che riguarda impostazione della messa in scena, uso della telecamera, illuminotecnica, ripresa audio e montaggio.

Durante le dodici ore di corso si verrà accompagnati con mano ad attraversare l'intero processo realizzativo, dall'idea all'edizione finale, senza dimenticare i problemi connessi con la produzione e i meccanismi (talvolta perversi) del mercato.

Non sono necessarie conoscenze pregresse (tale corso fa da premessa necessaria e logica al corso di regia e di documentario): è grazie a questa full-immersion che potrete definire, con maggiore chiarezza, gli ambiti precisi nei quali investire passioni, desideri, tempo.

Musica per immagini ad Arezzo - Arezzo, sabato 28 e domenica 29 aprile 2012

con Sandro di Stefano

Destinata a musicisti e a compositori, la full-immersion è indirizzata anche ai registi, ai montatori, ai produttori e a tutti coloro che sono interessati ad approfondire un elemento chiave del cinema e della realizzazione audiovisiva.

Il rapporto "emozionale" tra musica e immagini verrà svelato, raccontato, approfondito. In due giornate d'intenso lavoro, verranno presentati i possibili intrecci che legano narrazione filmica e narrazione sonora senza lasciar fuori strumenti e temi (anche economici e legali) che appartengono potentemente al mondo della musica e della traccia sonora.

Nel corso verranno illustrate tutte le tecniche compositive applicabili alle immagini. Si studieranno e analizzeranno anche gli elementi del film (dalla sceneggiatura al montaggio), orchestrazioni con strumenti "veri" e simulazioni al computer, approfondendo molteplici argomenti.

Sandro Di Stefano è Compositore, Orchestratore e Direttore d'orchestra. E' autore di una copiosa serie di musica per il cinema, tv, documentari, spot pubblicitari ed istallazioni multimediali affiancando la sua attività di compositore a quella di ricercatore occupandosi di nuove consonanze e sistemi di implementazione informatico-musicale. Compositore delle musiche originali per le celebrazioni del 60° Anniversario della Repubblica Italiana e del Bicentenario di Giuseppe Garibaldi. Ha scritto testi Universitari sul rapporto musica-immagine con la partecipazione di compositori come Ennio Morricone e Nicola Piovani. Si è esibito in tutto il mondo tenendo performance e lezioni in "templi" della musica come il "Berklee College of Music" di Boston (USA). Attualmente lavora per Hollywood alla realizzazione del Kolossal "The Anchor" per la regia di Jens Klein della "Motion Art Pictures" di San Francisco (California).

Montaggio digitale ad Arezzo - Arezzo, sabato 26 e domenica 27 maggio 2012

Montaggio Adobe Premiere Pro

con Givanni Bruno e Bruno Fruttini

Un workshop della durata di uno o due week-end per conoscere il sistema di montaggio Premiere Pro, uno dei più diffusi al mondo che, soprattutto nella sua ultima versione, Premiere Pro 2, ha raggiunto un livello di professionalità comparabile ai suoi migliori concorrenti avendo dalla sua una grande intuitività per un primo approccio.

Il corso è rivolto a chi, avendo anche solo una discreta conoscenza del sistema operativo Windows XP, desideri conoscere concretamente le possibilità operative di questo potente sistema di montaggio. Il programma prevede l'utilizzo pratico di un sistema di editing con Premiere Pro 2 sul quale saranno illustrati i principali punti.

Animazione

Malcom Knowles definisce una teoria andragogica come modello di processo in contrapposizione a quella per contenuti. Le principali distinzioni tra pedagogia e andragogia possono essere sintetizzati così...

Leggi tutto  

Partecipazione

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 1993 ha suggerito quali sono le competenze personali necessarie per affrontare in maniera positiva la vita quotidiana. La man...
Leggi tutto  

Formazione

I conflitti, all'interno di qualsiasi gruppo, possono rappresentare o un elemento di sgretolamento o una risorsa. Saperli gestire al meglio consente di trasformare queste evenienze in un'importante risorsa. Del resto anche gli studi di Kathleen Eisenhardt ci dicono che i gruppi senza conflitti sono meno produttivi.

Leggi tutto  

Orientamento

Due percorsi di orientamento narrativo, il primo per bambini di 4-5 anni alunni della scuola dell'infanzia (I Circolo Didattico di Grosseto), il secondo per bambini della scuola primaria di I°...
You are here:
Mappa del sito - Contatti - FAQ - Privacy - Copyright - Feed Pratika