pratika

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Metodi e tecniche dell'orientamento narrativo

Indice
Metodi e tecniche dell'orientamento narrativo
Perché l'orientamento narrativo?
Alcuni equivoci sul concetto di orientamento
Guardare al futuro: l'orientamento narrativo
Tutte le pagine

ISCRIZIONI APERTE

Metodologia e tecnica dell'orientamento narrativoAttraverso il percorso in Metodi e tecniche dell'orientamento narrativo si acquisiscono competenze di progettazione e somministrazione di attività volte all'orientamento, la prevenzione della dispersione e l'empowerment dei soggetti. Saper progettare percorsi educativi fondati sulle narrazioni e saper interpretare testi narrativi, conoscerne le regole di produzione e le modalità descrittive, riuscire quindi a produrre testi narrativi atti a varie funzioni riconoscendo un testo narrativo e la funzione che gli viene attribuita e per la quale è stato prodotto.

Le modalità narrative appaiono le forme più adeguate per stimolare processi nei quali il soggetto possa esplorare se stesso, il proprio ambiente, le proprie aspirazioni, i desideri, le competenze... Questa forma è in realtà presente da sempre: il curriculum vitae, ad esempio, non è altro che la burocratizzazione di una narrazione su sé e le forme più evolute di questo artefatto assomigliano, sempre più, a delle narrazioni. Forme come i portfolii o libretti delle competenze o i progetti professionali, sono avvicinamenti molto forti a narrazioni. L'orientamento però non può fermarsi ad un generico percorso autobiografico: l'aspetto autobiografico è uno dei punti, seppur fondamentale, all'interno dell'orientamento narrativo. Si parla di orientamento narrativo proprio perché vi sono narrazioni in grado di stimolare la narrazione su sé, narrazioni fondanti, necessarie per un percorso di orientamento, capaci anche di "innovare", non solo di favorire "un'archeologia". Poi c'è il confronto, l'ascolto delle narrazioni altrui, la scoperta delle narrazioni degli altri su noi, la costruzione collettiva di narrazioni.. tutti elementi che entrano in dialogo con le strutture di pensiero narrative che ci costituiscono, con le modalità relazionali narrative che ci legano, con il modo di progettarci, narrativo anch'esso, e con le innumerevoli storie che agenzie educative, scienze e mass media ci raccontano.

Durata: 4 fine settimana intensivi alternati per un totale di 72 ore di aula e 78 di FAD per un totale di 150 ore.

Numero allievi: Il corso sarà attivato al raggiungimento di 10 allievi. Il numero massimo dei partecipanti è stato fissato in 25.

Costo: 990 € + IVA

Le materie: psicologia culturale, sociologia della vita quotidiana, antropologia, pedagogia narrativa, storytelling, narratologia, orientamento narrativo, percorsi di orientamento narrativo, fotolinguaggio, narrazioni guida.

Requisiti di ammissione: laurea umanistica o esercizio della professione di orientatore da almeno due anni

Alcuni dei docenti...

smortiANDREA SMORTI è Ordinario di Psicologia dello sviluppo cognitivo presso la Facoltà di Psicologia dell'Università di Firenze. Si è occupato di interazione sociale tra bambino e genitore, con riguardo al ruolo svolto dalla figura paterna e ai rapporti tra pensiero e sviluppo sociale. Negli ultimi 10 anni si è occupato di pensiero narrativo, ambito in cui ha pubblicato Il pensiero narrativo e il Sé come testo (Smorti, 1994 e 1997). Sulla tematica affrontata in questa presentazione ricordiamo inoltre il volume La Psicologia culturale (Smorti, 2003) e più recentemente Narrazioni (Smorti, 2007). Al centro del suo interesse, attualmente, è lo studio della narrazione autobiografica delle esperienze traumatiche sia come modo per studiare il significato di queste esperienze sia come strumento di trasformazione e di modificazione per il Sé.

batiniFEDERICO BATINI è ricercatore Federico Batini ricercatore presso l'Università di Perugia, laureato in lettere (Univ. di Firenze) e in Scienze dell'Educazione (Univ. di Siena), Master in Gestione Processi formativi (Bologna), Phd in Pedagogia e Scienze dell'Educazione (Università di Padova); dal 2008 ricercatore presso l'Università di Perugia. Già professore a contratto presso la SSIS Toscana, presso il Corso di Laurea in Scienze delle Professioni Sanitarie della Prevenzione – e in Scienze Infermieristiche ed ostetriche della Facoltà di Medicina; presso la facoltà di Scienze dell'Educazione dell'Università di Firenze e presso la Scuola di Specializzazione per Insegnanti di sostegno (cattedra di audiologia e comunicazioni non verbali) e presso Master etc; Direttore di PratiKa (agenzia formativa – www.pratika.net) e di NausiKa (consorzio di associazioni culturali www.narrazioni.it), Partner e senior consultant di Thélème s.r.l. (www.theleme.it), Presidente nazionale di COFIR (www.cofir.net), membro della Segreteria Nazionale del Forum Permanente per l'Educazione degli Adulti (FORUMEDA www.edaforum.it) e coordinatore nazionale per l'area comunicazione. Insegnante di ruolo dal 2000 al 2008, nel 2006 risulta vincitore di concorso presso l'IRRE Toscano e rinuncia. Nell'aprile 2008 risulta vincitore di valutazione comparativa per ricercatore MPED04 (pedagogia sperimentale) presso l'Università di Perugia e lascia la scuola dopo 10 anni di insegnamento per passare a titolo definitivo all'Università.

ciniSIMONE CINI è laureato in Scienze dell’Educazione, qualifica di Consulente di orientamento. Lavora con Pratika e Nausika e collabora con agenzie formative e istituzioni sul territorio nazionale. Si occupa di orientamento di primo livello, di attività di prevenzione della dispersione e del disagio scolastico, di bilancio di competenze e valutazione finale in relazione a corsi di formazione. E’ coautore del volume Gestire i gruppi in formazione edizioni Erickson ed ha collaborato all'elaborazione dei materiali per altre pubblicazioni. Suoi articoli compaiono in riviste specialistiche.

delsartoGABRIEL DEL SARTO si occupa a tempo pieno di Formazione e Orientamento Professionale, con particolare interesse per il sociale e il volontariato. Ha pubblicato la raccolta poetica I viali (Atelier, 2003), è presente in diverse antologie fra cui L'opera comune (Atelier, 1999) e Nuovissima poesia italiana (Mondadori, 2004), l'ultima opera poetica è Meridiano Ovest (Transeuropa, 2008). Per le Edizioni Erickson ha pubblicato, con Federico Batini, Narrazioni di narrazioni (2005) e, per le stesse edizioni, con F. Batini e Simone Giusti, Narrazione e invenzione (2007) e con F. Batini, Raccontare storie (Carocci, 2007), con F. Batini e M. Perchiazzi Raccontare le competenze (Transeuropa, 2007, 2° ristampa, 2008).

giustiSIMONE GIUSTI è formatore, si occupa di orientamento narrativo, di progettazione partecipata, di eventi culturali e di animazione socioculturale. Dirige la rivista "Per leggere" e insieme a Federico Batini la collana "Comunità e Persone" edita da Erickson. E' redattore delle riviste letterarie "Il Gallo Silvestre" e "Semicerchio". È direttore dell'agenzia formativa "L'Altra Città" ed è presidente dell'AISE di Grosseto (Associazione Insegnanti Solidarietà Educativa). Ha pubblicato numerosi saggi e volumi sulla letteratura moderna e contemporanea, sul volontariato come strumento di cambiamento sociale, sui metodi narrativi in formazione ed orientamento tra cui: Oggi vado volontario (Erickson, 2006), Narrazione e invenzione (con F. Batini e G. Del Sarto, Erickson, 2007), L'orientamento narrativo a scuola (con F. Batini, Erickson, 2008). Attualmente collabora con l'Università di Siena e Ginevra.



Animazione

Molti insegnanti, operatori, maestre di scuole materne e elementari, animatori di comunità, dopo aver parlato per molte ore in classe, durante convegni, in contesti di formazione...
Leggi tutto  

Partecipazione

Intercultura è un neologismo di origine inglese. In Italia viene introdotto dall'associazione che porta lo stesso nome ("Intercultura onlus") nel 1975. Il termine si afferma inizialmente come...
Leggi tutto  

Formazione

Nel ventennio 1984-2004 i paesi dell’Unione Europea sono stati profondamente interessati da riforme dei sistemi di istruzione, in particolare si assiste, assieme alle logiche, e sostanziali...
Leggi tutto  

Orientamento

Abraham Maslow afferma che i bisogni e le motivazioni, che per lui coincidono, si strutturano in maniera gerarchica e consecutiva. La soddisfazione di bisogni superiori è possibile soltanto...

Leggi tutto  
You are here:
Mappa del sito - Contatti - FAQ - Privacy - Copyright - Feed Pratika