pratika

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

STRUMENTI: Dispense Metodo di studio

INTRODUZIONE

Dispense sul metodo di studio di Federico Batini

Corso propedeutico rivolto agli studenti del primo anno del corso di laurea triennale in Scienze dell'Educazione Facoltà di Scienze dell'Educazione dell'Università di Perugia

C. Handy, in un suo libro fortunato, chiama il periodo che stiamo attraversando “L’epoca del paradosso”, per indicare come ormai la nostra società contiene in sé, accettandoli inconsapevolmente, dei paradossi, delle contraddizioni una volta inconciliabili tra loro.

La “durata” di un’informazione (cioè la sua validità ed efficacia) è oggi infinitamente più breve  di quella di una volta, allo stesso tempo la conoscenza si produce e si “deteriora” molto più velocemente, ed allo stesso modo ne aumenta la velocità di diffusione.

Stiamo procedendo verso una società nella quale conterà moltissimo la capacità di adattarsi, la flessibilità di ognuno è già molto importante: mobilità, flessibilità, disponibilità al cambiamento diventano parole con le quali ci confrontiamo sempre più spesso.

L’università sta divenendo sempre più formazione di base: un punto di partenza e non più un punto di arrivo.  Occorre formarsi, apprendere lungo l’intero arco della vita (long life learning) ed in ogni luogo (lifewide learning) in cui ci troviamo a vivere

Queste considerazioni, parziali ed affrettate, ci conducono ad una prima conclusione: è necessario snellire i tempi, arrivare più velocemente possibile alla costruzione delle “fondamenta” sulle quali poi, erigere il nostro edificio.

L’esperienza dell’Università è un’esperienza fondamentale sia in termini di apprendimento che in termini esistenziali. Occorre allora gestirla nel miglior modo possibile perché risulti un’esperienza felice, un’esperienza positiva in sé oltre ad essere uno “snodo” importante del nostro futuro professionale.

Studiare non è più sufficiente per dare delle competenze che abbiano una durata, studiare serve a costruirci basi solide sulle quali innestare le nostre competenze di tipo professionale...in un continuo dialogo tra teoria e pratica. Ciò che è veramente importante è però riuscire a costruirsi una metodologia, un “sistema di apprendimento” agile, snello e flessibile che consenta di autoformarci continuamente: è la scommessa del futuro! Questo piccolo percorso che la Facoltà vi offre è allora un primo passo per iniziare a diventare protagonisti attivi della propria esperienza di apprendimento, gestirla, costruirla insieme ai colleghi, ai docenti, ai ricercatori che incontrerete nel vostro percorso.

Per visualizzare il testo completo occorre essere ABBONATI al sito. Puoi effettuare il LOGIN se sei già un utente registrato oppure iscriverti all'area riservata compilando il form della sezione REGISTRATI

Animazione

Quanti di noi, genitori, educatori, insegnanti, animatori, si sono sentiti fare questa domanda. Forse è passato molto tempo, ma ci sono ottime probabilità che la stessa domanda...

Leggi tutto  

Partecipazione

Intercultura è un neologismo di origine inglese. In Italia viene introdotto dall'associazione che porta lo stesso nome ("Intercultura onlus") nel 1975. Il termine si afferma inizialmente come...
Leggi tutto  

Formazione

Proponiamo, riproponiamo perchè in rete è presente ovunque, una storia utilizzatissima in aula e che qualunque formatore, educatore, caunselor, orientatore e insegnante ben conosce. La proponiamo perchè rappresenta appunto una delle basi di ogni sorta di relazione educativa.

Leggi tutto  

Orientamento

Per ovviare a questi pericoli è necessario che tempi e risultati del percorso di orientamento risultino definiti sia inizialmente molto motivante per il soggetto coi...
Leggi tutto  
You are here:
Mappa del sito - Contatti - FAQ - Privacy - Copyright - Feed Pratika